Attività per i docenti

Educare alle mostre, Educare alla città, ottava edizione, è un servizio formativo/informativo dedicato ai docenti,  agli studenti universitari  e ai cittadini.

Come in un grande laboratorio condiviso, direttori di museo, curatori, studiosi e docenti universitari propongono esperienze e analisi in un programma che volutamente mescola e integra saperi umanistici e scientifici in percorsi educativi e di crescita culturale..

Da ottobre 2018 a maggio 2019, oltre 70 visite guidate ai musei e alle mostre,  incontri sul territorio, conferenze, approfondimenti a tema storico-artistico, sociale o scientifico, per una lettura ragionata della storia di Roma dal centro alla periferia.

Un’occasione di conoscenza e arricchimento, non solo per gli studenti e i professori, ma anche per un pubblico più ampio, in un ambito di formazione a carattere permanente.

L’iniziativa è concepita con l’intento di facilitare e approfondire il dialogo interdisciplinare.

Nel proporre sguardi diversi della città e della sua storia viene data particolare importanza all’architettura, all’urbanistica e all’analisi  dei fenomeni urbani dal punto di vista dei quartieri periferici, con incontri dedicati al Palazzo della Marina e il quartiere Flaminio, i Colli di San Paolo alla Garbatella, le borgate romane, la Roma di Renato Nicolini. Alcuni incontri sono dedicati alla storia della città e alle trasformazioni urbane durante il fascismo, con una scelta di filmati storici dell’Istituto Luce.

Il ciclo Storie di scienza a Roma. I luoghi invisibili curato da Federica Favino del Dipartimento di Storia della Sapienza, prevede anche quest’anno una serie di contributi sul tema della scienza, centrale per la storia della città, evidenziando il legame tra alcuni luoghi storici e la storia di scoperte, innovazioni e attività scientifiche.

Il ciclo La città delle donne, curato dalla Società italiana delle Storiche delinea quest’anno una  mappa nascosta legata al tema della violenza contro le donne nella storia, in una serie di contributi che mettono in relazione eventi storici e letterari con luoghi della città.

Il programma è realizzato grazie al lavoro in rete con altre istituzioni: l’Archivio Storico Capitolino, l’Istituzione Biblioteche, la Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea, i Dipartimenti di  Storia e di Storia dell’Arte dell’Università la Sapienza, il Dipartimento di Architettura di Roma Tre, l’Accademia di Belle Arti, la Società Italiana delle Storiche.

L’iniziativa, concepita con l’intento di facilitare e approfondire il dialogo interdisciplinare (tra arte e scienza,   sociologia e urbanistica…) è realizzata grazie al lavoro in rete con altre istituzioni: le Biblioteche di Roma, la Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea, i Dipartimenti di Storia e di Storia dell’Arte dell’Università La Sapienza, il Dipartimento di Architettura di Roma Tre, l’Accademia di Belle Arti, la Società Italiana delle Storiche.

Gli incontri sono ospitati in sedi diverse, secondo un programma che conduce in  vari luoghi della città, dal centro alla periferia: dai Musei Civici  alle Biblioteche di Roma, dal Teatro dei Dioscuri al Museo di Zoologia, dall’Archivio Capitolino alla Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea , da Villa Torlonia a Villa Ada. E molti luoghi ancora…

Per consultare il programma di incontri nei Musei in Comune

Scarica il programma